Il dialogo ecumenico nel nostro tempo

30-08-2018 11:44 -

Presentato in conferenza stampa il documento sull´ecumenismo che il Sinodo discuterà nella seduta di giovedì pomeriggio

È stata dedicata al tema dell´ecumenismo, sia quello esterno rivolto alle altre confessioni cristiane sia quello intra-protestante, la conferenza stampa del Sinodo delle chiese metodiste e valdesi, tenutasi questa mattina presso la Casa valdese di Torre Pellice.

Il pastore Fulvio Ferrario, decano della Facoltà valdese di teologia di Roma, ha presentato il documento "Il dialogo ecumenico nel nostro tempo" che verrà discusso nella sessione sinodale di domani pomeriggio.

"È un documento che non vuole essere ´normativo´, bensì un autorevole strumento di riflessione e orientamento per le nostre chiese", ha spiegato Ferrario. Si tratta del primo testo su questo argomento presentato in Sinodo a partire dal 1998. "L´intento – ha aggiunto Ferrario – è di render conto del nuovo clima ecumenico creatosi con l´elezione di papa Francesco".

In particolare, la domanda a cui si cerca risposta è se il clima di fraternità creato soprattutto dalle visite di Francesco alla chiesa valdese di Torino nel 2015, a Lund per l´inizio delle celebrazioni del Cinquecentenario della Riforma protestante nel 2016, e alla sede del Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) lo scorso giugno a Ginevra, ha avuto delle ricadute "nella vita quotidiana delle chiese e sul reciproco riconoscimento teologico".

Alla conferenza stampa è inoltre intervenuta la pastora battista Cristina Arcidiacono che ha introdotto il tema dei rapporti ecumenici inter-protestanti e in particolare tra le chiese metodiste e valdesi e l´Unione cristiana evangelica battista in Italia (UCEBI).

"I rapporti BMV [l´acronimo dei progetti di collaborazione tra Battisti, Metodisti e Valdesi, n.d.r.] sono ormai di lunga data – ha detto Arcidiacono – e vedono una molteplicità di collaborazioni, dal settimanale comune "Riforma" al riconoscimento reciproco dei ministri di culto".

Il Sinodo e la prossima Assemblea battista, in programma il prossimo novembre, si stanno interrogando sull´opportunità di organizzare entro i prossimi due anni la convocazione congiunta di un´Assemblea/Sinodo nella quale le due assise "si ritroverebbero per discutere di temi legati alla comune testimonianza in Italia".


Fonte: NEV - notizie evangeliche