Una famiglia siriana accolta a Lucca

26-11-2016 17:58 -

Sono giunti un mese fa grazie ai «corridoi umanitari», il progetto
realizzato dalla Comunità di
Sant´Egidio con la Federazione
delle Chiese Evangeliche in
Italia e la Tavola Valdese.
Dopo l´arrivo a Roma è
avvenuto il loro trasferimento
a Lucca. Dikran Krikor, sua moglie e il loro bambino,
hanno trovato accoglienza in pieno centro storico, presso
l´abitazione di una signora che ha dato loro la possibilità di
abitarla. Il loro arrivo è stato
«ufficializzato» a margine di
una conferenza sulla
situazione in Siria che si è svolta a Lucca,
domenica 20
novembre, nell´Oratorio San Giuseppe. Tra gli
altri erano presenti il Sindaco di Lucca,
Alessandro Tambellini, e Lino Paoli della
Comunità di Sant´Egidio che sta coordinando questa operazione di accoglienza. Il sig. Krikor,
un artigiano di Aleppo, ha fatto anche un breve intervento in arabo (foto), sta però imparando
l´italiano e le prime parole del suo discorso le
ha pronunicate nella nostra lingua, poi è stato
tradotto. Infine è intervenuto il Sindaco che, di fatto, ringraziando la signora che ha reso
possibile questa accoglienza, ha dato il
benvenuto a nome della città a questa famiglia,
scappata dagli orrori di una guerra che dura da troppi anni. Il bambino, intanto, è già stato
inserito nel percorso scolastico di una scuola
cittadina. (Lor.M.)


Fonte: Lucca7