Canonizzazioni. Un invito del Moderatore valdese Bernardini ai giornalisti che le descrivono come un evento per tutta la cristianità

28-04-2014 17:54 -


(NEV/ESP), 25 aprile 2014 - "Le canonizzazioni non sono un fatto ecumenico. Noi protestanti le guardiamo con rispetto ma non ci appartengono e non possono essere celebrate come un evento di tutta la cristianità". Lo afferma il moderatore della Tavola valdese, past. Eugenio Bernardini, a poche ore dalla proclamazione della santità dei papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. "L´eccezionale attenzione dei media a questo evento - prosegue il Moderatore - non giustifica che si presenti la santificazione di due papi come un fatto che riguarda tutti i cristiani. Non è così perché il nostro ecumenismo e l´attenzione al ruolo svolto da questi due papi non cancella la critica teologica del protestantesimo al culto dei santi. Richiamiamo quindi i giornalisti a un´informazione rigorosa e accurata, rispettosa delle distinzione tra le diverse tradizioni cristiane e delle specificità teologiche di ogni confessione cristiana. E questo proprio perché siamo ecumenici e, tanto più nel clima di dialogo avviato da Papa Francesco, abbiamo a cuore il dialogo con i fratelli cattolici e ortodossi. Ma sempre nella chiarezza e nel rispetto della nostra e dell´altrui identità teologica".

Fonte: NEV.it