25 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > Ecumenismo

Settimana di preghiera per l´unità dei cristiani: ecco gli appuntamenti a Pisa

19-01-2017 11:51 - Ecumenismo
Si apre – anche in diocesi di Pisa – con un incontro ecumenico di preghiera alla chiesa del Ss Sacramento a Pietrasanta – pensato per domani, mercoledì 18 gennaio – la Settimana di preghiera per l´unità dei cristiani. Il tema scelto dal Pontificio consiglio per l´unità dei cristiani e dal Consiglio ecumenico delle Chiese di Ginevra per la Settimana ecumenica di quest´anno è «l´Amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione» (cfr 2 Cor 5,14-20). Molti gli appuntamenti in programma in diocesi.
Giovedì 19 gennaio, alle ore 21, nell´aula magna del Seminario (ingresso dal pensionato Toniolo, via San Zeno 8) conferenza del professor Ermanno Genre, docente alla Facoltà Teologica Valdese di Roma sui cinquecento anni della Riforma protestante. L´incontro sarà preceduto alle ore 19.30 da una lezione dello stesso Ermanno Genre agli studenti della scuola di formazione teologico-pastorale di Pisas. Venerdì 20 gennaio, alle ore 21, nella chiesa di Santa Croce in Fossabanda a Pisa, preghiera ecumenica nello stile di Taizé.
Domenica 22 gennaio, alle ore 18.30, nel Battistero di Pisa, incontro ecumenico di preghiera, con la partecipazione dell´arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto, del pastore valdese Daniele Bouchard e del parroco della chiesa ortodossa rumena Cristian Puricescu. L´incontro sarà animato dal coro ecumenico, composto da cantori delle parrocchie cattoliche e della chiesa valdese di via Derna.
Incontri ecumenici di preghiera sono in programma anche lunedì 23 gennaio (ore 19) nella chiesa della Ss. Annunziata a Barga e martedì 24 gennaio (ore 18.30) nella chiesa del Crocifisso a Pontedera.




Fonte: Chiesa Cattolica Pisa - Ufficio stampa
UN GIORNO UNA PAROLA
2021
G I U G N O


Versetto del mese
Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini

(Atti degli apostoli 5,29)




Salmo della settimana: 12


Giovedì 24 Giugno

Mosè disse: «Ti prego, Signore, se ho trovato grazia agli occhi tuoi, venga il Signore in mezzo a noi»
(Esodo 34,9)
Zaccaria disse: «E tu, bambino sarai chiamato profeta dell Altissimo, perché andrai davanti al Signore per preparare le sue vie, per dare al suo popolo conoscenza della salvezza mediante il perdono dei loro peccati» (Luca 1, 76-77)

Eterno Dio, come Mosè e Giovanni, così hai mandato in tutti i tempi donne e uomini per dare a noi un orientamento. Aiutaci anche oggi ad ascoltare la tua chiamata e a seguire lietamente e fiduciosamente la nostra via con Te.


Isaia 40, 1-11; Atti degli apostoli 13, 1-12
















Preghiera

Signore siamo deboli, timorosi, piccoli.
Ma forse tu vuoi servirti ugualmente di noi.
Facci entrare nel tuo lavoro, non permetterci di aver vissuto per niente.
Conosci quello che siamo, sai che abbiamo, tutti, sete di te,
della vita, della salvezza che ci offri.
Concedici di essere forti in te. Amen


COMMENTO AL VERSETTO
Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo
Galati 5, 22
Diceva Martin Lutero: «Dove Dio ha costruito una chiesa, il diavolo costruisce anche lui una cappella». È vero. Il diavolo si fa sentire. E come. Siamo soliti ascoltare le cose negative intorno a noi, anche se le cose positive sono presenti. Per una ragione o altra quelle negative lasciano un segno profondo. Già per questo la vecchia abitudine di imparare a memoria questa frase dell’apostolo Paolo è un consiglio più che buono. Riporta in primo piano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito, al singolare. Le nove parole insieme formano il frutto dello Spirito. Non se ne possono scegliere alcune, e lasciarne da parte altre. Sono come gli spicchi di un mandarino, insieme formano il mandarino. Insieme questi spicchi formano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito. Un frutto ha bisogno del tempo per crescere. Inoltre non cresce da solo. Grazie a Dio il frutto cresce. Ma questo non toglie la nostra responsabilità. Dal seme al frutto. Su molte cose non possiamo incidere più di tanto, penso al sole o alle tempeste ma possiamo comunque annaffiare, fertilizzare, potare.

Si può parlare del fattore Dio e del fattore umano con il frutto dello Spirito. Il fattore Dio implica che il frutto è in definitiva un dono di Dio, che è lo Spirito che permette al frutto di crescere nella tua vita. Ma il fattore umano è che ti concentri consapevolmente su quel frutto, che rimuovi gli ostacoli, che togli le erbacce, che dai l’acqua quando serve, etc.

Quando il frutto dello Spirito fiorisce nelle nostre vite, questo è in primo luogo un dono di Dio, ma anche i nostri sforzi hanno un loro ruolo. Dio ci vuole partecipi nel suo Regno.


Eventi
keyboard_arrow_left
Giugno 2021
keyboard_arrow_right
calendar_view_month calendar_view_week calendar_view_day
Giugno 2021
L M M G V S D
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
Foto gallery

Realizzazione siti web www.sitoper.it