24 Gennaio 2021
News
percorso: Home > News > Sinodo

Linee guida per tutelare i minori e prevenire gli abusi

26-08-2017 13:35 - Sinodo
Il documento, presentato ieri al Sinodo, sarà diffuso nelle chiese affinché si avvii un confronto costruttivo tra i soggetti impegnati in contesti in cui si lavora con i minori

Ieri sono state presentate al Sinodo le «Linee guida per la tutela dei minori e la prevenzione dell´abuso», un documento che – come ha dichiarato nella sua presentazione la diacona Alessandra Trotta, coordinatrice della Commissione che lo ha elaborato – incoraggia le chiese a porre attenzione alle problematiche legate alla tutela dei minori e alla prevenzione degli abusi: tematiche che già da alcuni anni riscuotono una crescente sensibilità da parte della nostra società e delle chiese sorelle in tutto il mondo.

Il testo è stato preparato da un gruppo interdisciplinare, dove le competenze giuridiche, pedagogiche, psicologiche, teologiche e diaconali condivise, forniscono maggiore potenzialità a questo strumento che viene proposto, pur nella consapevolezza dei ruoli e delle responsabilità, agli operatori professionali impegnati nelle opere diaconali, ai volontari e a tutti coloro che svolgono servizi all´interno della chiesa che possono coinvolgere minori.

Nella premessa teologica del documento si ricorda che Gesù annunciò il Regno di Dio e la vita in pienezza a tutti, anche ai bambini che per la società del tempo erano considerati degli oggetti. Gesù fu sempre dalla parte dei piccoli, considerandoli invece persone; condannò atteggiamenti e azioni con i quali i piccoli venivano violati o sfruttati; e, incoraggiò i suoi discepoli a proteggerli da coloro che li minacciavano ed intendevano abusare di loro. «Mirare oggi – afferma il testo – ad una vita in pienezza anche per i bambini e le bambine che ci sono affidati, significa impegnarsi affinché la Chiesa sia un luogo in cui trova protezione e aiuto chi non può difendersi e chi non ha i mezzi per poter esigere il rispetto della propria dignità e della propria integrità fisica e psichica».

Il Sinodo ha approvato all´unanimità l´ordine del giorno che invita la Tavola valdese a favorire nelle chiese e nelle opere la diffusione del documento «Linee guida per la tutela dei minori e la prevenzione dell´abuso» in vista di una sua valutazione. «La nostra speranza – ha concluso Alessandra Trotta – è che questo strumento possa essere letto, studiato, anche criticato, in breve che possa diventare occasione per un confronto leale e costruttivo tra i soggetti che sono impegnati in contesti in cui si lavora con i minori. Sarà un percorso lungo ma si spera fruttuoso».


Fonte: Riforma.it
UN GIORNO E INA PAROLA
2021
VERSETTO DELL'ANNO
" Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro "
Luca ( 6 36 )

GENNAIO

Versetto del mese :
Molti van dicendo : " chi ci farà vedere il bene, se da noi , Signore, è fuggita la luce del tuo volto?"
Salmo ( 4 , 6

Salmo della settimana : 40
Sabato 23 Gennaio


Così parla il Signore: «Metterò la mia gioia nel far loro del bene» (Geremia 32, 41)
Il Figlio dell uomo è venuto per cercare e salvare ciò che era perduto (Luca 19,10)


L amore di Cristo non conosce limiti, non finisce mai, non si ritrae davanti a bruttezza e sporcizia. Egli è venuto per i peccatori e non per i giusti, e se l amore di Cristo vive in noi dobbiamo fare come lui e metterci alla ricerca della pecorella smarrita.

Edith Stein


Deuteronomio 33, 1-16; Luca 6, 27-35





Preghiera


Donaci coraggio, o Signore.
Il coraggio dell iniziativa
e il coraggio della disciplina.
Più amore, Signore, più autenticità.
Il coraggio di agire
e di agire senza temerità.
Più coerenza, Signore, più slancio.
Il coraggio della continuità e il
coraggio di un costante adattamento.
Più generosità, Signore,
più comprensione.
Il coraggio
di saper stare spesso soli
e quello di sempre ricominciare.
Più sincerità, Signore, più amicizia.
Il coraggio di non irritarsi
e rimanere sempre padroni di sé.
Più delicatezza, Signore, più carità.
Il coraggio di trovare sempre
un po di tempo per meditare e pregare.
Più fede, Signore, più luce:
nel desiderio urgente
di bontà e giustizia.

COMMENTO AL VERSETTO
Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo
Galati 5, 22
Diceva Martin Lutero: «Dove Dio ha costruito una chiesa, il diavolo costruisce anche lui una cappella». È vero. Il diavolo si fa sentire. E come. Siamo soliti ascoltare le cose negative intorno a noi, anche se le cose positive sono presenti. Per una ragione o altra quelle negative lasciano un segno profondo. Già per questo la vecchia abitudine di imparare a memoria questa frase dell’apostolo Paolo è un consiglio più che buono. Riporta in primo piano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito, al singolare. Le nove parole insieme formano il frutto dello Spirito. Non se ne possono scegliere alcune, e lasciarne da parte altre. Sono come gli spicchi di un mandarino, insieme formano il mandarino. Insieme questi spicchi formano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito. Un frutto ha bisogno del tempo per crescere. Inoltre non cresce da solo. Grazie a Dio il frutto cresce. Ma questo non toglie la nostra responsabilità. Dal seme al frutto. Su molte cose non possiamo incidere più di tanto, penso al sole o alle tempeste ma possiamo comunque annaffiare, fertilizzare, potare.

Si può parlare del fattore Dio e del fattore umano con il frutto dello Spirito. Il fattore Dio implica che il frutto è in definitiva un dono di Dio, che è lo Spirito che permette al frutto di crescere nella tua vita. Ma il fattore umano è che ti concentri consapevolmente su quel frutto, che rimuovi gli ostacoli, che togli le erbacce, che dai l’acqua quando serve, etc.

Quando il frutto dello Spirito fiorisce nelle nostre vite, questo è in primo luogo un dono di Dio, ma anche i nostri sforzi hanno un loro ruolo. Dio ci vuole partecipi nel suo Regno.


Eventi
[<<] [Gennaio 2021] [>>]
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Foto gallery

Realizzazione siti web www.sitoper.it