27 Gennaio 2021
News
percorso: Home > News > News

Giornata nazionale della Riforma. A Roma "A spasso con Lutero", ma non solo

28-09-2017 15:55 - News
In occasione dei 500 anni della Riforma protestante le chiese evangeliche della capitale propongono una serie di iniziative in vista dell´evento nazionale del prossimo 28 ottobre

"A spasso con Lutero", "Notte bianca con Lutero", "A cena con Lutero", sono alcune delle iniziative promosse dalla Consulta delle chiese evangeliche del territorio romano (CCE), in agenda nelle prossime settimane.

Le varie iniziative sono organizzate in vista della Giornata nazionale di celebrazione per i 500 anni della Riforma che si terrà a Roma il 28 ottobre presso la Chiesa valdese di piazza Cavour. La Giornata, dal titolo "Liberi per amare e servire", organizzata dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) in collaborazione con la CCE, vuole non solo celebrare l´eredità della Riforma, ma riflettere sull´attualità del suo messaggio, in dialogo con esponenti della cultura e delle chiese.

Intanto, tra gli appuntamenti proposti dalle chiese evangeliche romane segnaliamo il prossimo 30 settembre un "tour turistico" sui luoghi di Martin Lutero a Roma, a cura di Corinna Landi autrice del libro "Con Lutero nella Roma del 1510". L´appuntamento è alle 16 all´obelisco di piazza del Popolo e vedrà la prima tappa nella chiesa di Santa Maria del Popolo (vedi qui l´evento Facebook). E´ richiesta la prenotazione all´indirizzo info@consultaevangelicaroma.it). Sabato 14 ottobre la Chiesa battista di via della Lungaretta propone invece una passeggiata notturna, mentre sabato 21 la Chiesa metodista di via Firenze organizza, previa prenotazione, l´itinerario gastronomico "A cena con Lutero" con musica e testi.

Nel mese di ottobre nella capitale anche la Facoltà valdese di teologia è impegnata in tre convegni di carattere ecumenico, legati al Cinquecentenario della Riforma. Da segnalare, inoltre, la prolusione per l´apertura dell´Anno accademico il prossimo 7 ottobre alle 18, come di consueto presso l´aula magna in via Pietro Cossa 40, quest´anno a cura di Erik Noffke e verterà sul tema della giustificazione in Paolo a 500 anni da Lutero.


Fonte: NEV - notizie evangeliche
UN GIORNO E INA PAROLA
2021
VERSETTO DELL'ANNO
" Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro "
Luca ( 6 36 )

GENNAIO

Versetto del mese :
Molti van dicendo : " chi ci farà vedere il bene, se da noi , Signore, è fuggita la luce del tuo volto?"
Salmo ( 4 , 6

Salmo della settimana : 16

Martedì 26 Gennaio

«La mia parola non è forse come un fuoco», dice il Signore, «e come un martello che spezza il sasso?» (Geremia 23, 29)
Io sono venuto ad accendere un fuoco sulla terra; e che mi resta da desiderare, se già è acceso? (Luca 12, 49)

Il cammino interiore è simile al lavoro che una volta facevano gli uomini per accendere il fuoco. Si batta e si ribatte una pietra contro l’altra, senza stancarsi finché scocca la scintilla. Per nascere, il fuoco ha bisogno del legno ma per divampare deve aspettare il vento. Cerca dunque sempre il fuoco nella tua vita, attendi il vento, perché senza fuoco e senza vento i nostri giorni non sono molto diversi da una mediocre prigionia.

Susanna Tamaro


Romani 15, 7-13; Luca 6, 43-46





Preghiera

Quando il passato ci opprime,
quando il presente ci angustia,
quando il futuro ci spaventa,
alziamo gli occhi verso di te.

Donaci, Signore, i segni della tua presenza
in mezzo alla confusione del mondo e delle nostre vite!
Ti chiediamo di imprimere nei nostri cuori
le tue promesse per rafforzarci e guidarci ogni giorno
Helmut Gollwitzer



COMMENTO AL VERSETTO
Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo
Galati 5, 22
Diceva Martin Lutero: «Dove Dio ha costruito una chiesa, il diavolo costruisce anche lui una cappella». È vero. Il diavolo si fa sentire. E come. Siamo soliti ascoltare le cose negative intorno a noi, anche se le cose positive sono presenti. Per una ragione o altra quelle negative lasciano un segno profondo. Già per questo la vecchia abitudine di imparare a memoria questa frase dell’apostolo Paolo è un consiglio più che buono. Riporta in primo piano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito, al singolare. Le nove parole insieme formano il frutto dello Spirito. Non se ne possono scegliere alcune, e lasciarne da parte altre. Sono come gli spicchi di un mandarino, insieme formano il mandarino. Insieme questi spicchi formano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito. Un frutto ha bisogno del tempo per crescere. Inoltre non cresce da solo. Grazie a Dio il frutto cresce. Ma questo non toglie la nostra responsabilità. Dal seme al frutto. Su molte cose non possiamo incidere più di tanto, penso al sole o alle tempeste ma possiamo comunque annaffiare, fertilizzare, potare.

Si può parlare del fattore Dio e del fattore umano con il frutto dello Spirito. Il fattore Dio implica che il frutto è in definitiva un dono di Dio, che è lo Spirito che permette al frutto di crescere nella tua vita. Ma il fattore umano è che ti concentri consapevolmente su quel frutto, che rimuovi gli ostacoli, che togli le erbacce, che dai l’acqua quando serve, etc.

Quando il frutto dello Spirito fiorisce nelle nostre vite, questo è in primo luogo un dono di Dio, ma anche i nostri sforzi hanno un loro ruolo. Dio ci vuole partecipi nel suo Regno.


Eventi
[<<] [Gennaio 2021] [>>]
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Foto gallery

Realizzazione siti web www.sitoper.it