25 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > Sinodo

Garantire luoghi sicuri e protetti a bambini e giovani

17-01-2018 08:55 - Sinodo
Linee guida per la tutela dei minori

Un apposito gruppo di lavoro nominato dalla Tavola Valdese e dalla Commissione sinodale per diaconia ha elaborato delle "Linee guida per la tutela dei minori e la prevenzione dell´abuso", presentate al sinodo delle chiese metodiste e valdesi del 2017.

Si tratta della prima tappa di un più ampio percorso di sensibilizzazione e formazione che, per come esplicitato nel documento, ha come scopo quello di rafforzare l´attenzione delle istituzioni ecclesiastiche, ad ogni livello, su un tema di grande importanza e attualità, dotandosi di "strumenti che possano aiutarci a rendere i nostri ambienti luoghi sicuri e protetti, in cui bambini e giovani possano trovare spazi di libera espressione e valorizzazione rispettosi della loro dignità, dei loro tempi, delle specificità di ciascuno, prevenendo comportamenti inadeguati e situazioni di abuso, ma anche ispirando fiducia e imparando a cogliere e gestire in modo adeguato eventuali segnali di sofferenza e disagio".

Le linee guida (disponibili anche nella versione inglese) sono state inviate alle chiese e ai responsabili di centri giovanili e istituti diaconali con l´auspicio di favorire, in appositi momenti di confronto e formazione, la messa a punto di azioni efficaci e coerenti a partire da quanto sperimentato sul campo, nella estrema varietà di situazioni che si possono riscontrare nella realtà ecclesiastica: dalle scuole domenicali delle chiese locali, ai campi e le colonie per bambini e giovani, fino ai servizi professionali per minori organizzati da istituti piccoli e grandi in varie parti d´Italia.

Il gruppo di lavoro incaricato è in questi mesi impegnato nella predisposizione di ulteriori linee guida e procedure, dirette a fornire indicazioni puntuali da seguire nel quadro della selezione di volontari, collaboratori e personale dipendente da impegnare in attività con minori; nello svolgimento di colloqui confidenziali (da parte di pastori/e e diaconi/e nelle attività di cura d´anime); per l´uso di foto, video e social media; per la gestione delle segnalazioni di situazioni in cui si sospettino abusi o comunque comportamenti inappropriati a danno di minori e l´avvio delle conseguenti procedure di accertamento, cautelari e disciplinari.

Principi cardine: la scelta di dare sempre la priorità all´esigenza di tutela dei minori e quindi l´impegno contro ogni forma di tolleranza e volontà di copertura di comportamenti che mettano a rischio o ledano il loro benessere e la loro dignità.

di Alessandra Trotta
coordinatrice gruppo di lavoro per la definizione di linee guida per la tutela dei minori e la prevenzione dell´abuso



Fonte: Chiesavaldese.org
UN GIORNO UNA PAROLA
2021
G I U G N O


Versetto del mese
Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini

(Atti degli apostoli 5,29)




Salmo della settimana: 12

Venerdì 25 Giugno

La sua fedeltà ti sarà scudo e corazza (Salmo91,4)
Gesù dice: «Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» (Giovanni 8,31-32)

Il cristiano è mandato allo scoperto, dove «deve restare saldo» con l unico «scudo della fede» e «l elmo della salvezza» e «la spada dello Spirito, che è la parola di Dio, con ogni sorta di preghiere e di supplica» come armi di difesa e di offesa.
Hans Urs Von Balthasar


Matteo 10, 26-33; Atti degli apostoli 13, 13-25


















Preghiera

Signore siamo deboli, timorosi, piccoli.
Ma forse tu vuoi servirti ugualmente di noi.
Facci entrare nel tuo lavoro, non permetterci di aver vissuto per niente.
Conosci quello che siamo, sai che abbiamo, tutti, sete di te,
della vita, della salvezza che ci offri.
Concedici di essere forti in te. Amen


COMMENTO AL VERSETTO
Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo
Galati 5, 22
Diceva Martin Lutero: «Dove Dio ha costruito una chiesa, il diavolo costruisce anche lui una cappella». È vero. Il diavolo si fa sentire. E come. Siamo soliti ascoltare le cose negative intorno a noi, anche se le cose positive sono presenti. Per una ragione o altra quelle negative lasciano un segno profondo. Già per questo la vecchia abitudine di imparare a memoria questa frase dell’apostolo Paolo è un consiglio più che buono. Riporta in primo piano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito, al singolare. Le nove parole insieme formano il frutto dello Spirito. Non se ne possono scegliere alcune, e lasciarne da parte altre. Sono come gli spicchi di un mandarino, insieme formano il mandarino. Insieme questi spicchi formano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito. Un frutto ha bisogno del tempo per crescere. Inoltre non cresce da solo. Grazie a Dio il frutto cresce. Ma questo non toglie la nostra responsabilità. Dal seme al frutto. Su molte cose non possiamo incidere più di tanto, penso al sole o alle tempeste ma possiamo comunque annaffiare, fertilizzare, potare.

Si può parlare del fattore Dio e del fattore umano con il frutto dello Spirito. Il fattore Dio implica che il frutto è in definitiva un dono di Dio, che è lo Spirito che permette al frutto di crescere nella tua vita. Ma il fattore umano è che ti concentri consapevolmente su quel frutto, che rimuovi gli ostacoli, che togli le erbacce, che dai l’acqua quando serve, etc.

Quando il frutto dello Spirito fiorisce nelle nostre vite, questo è in primo luogo un dono di Dio, ma anche i nostri sforzi hanno un loro ruolo. Dio ci vuole partecipi nel suo Regno.


Eventi
keyboard_arrow_left
Giugno 2021
keyboard_arrow_right
calendar_view_month calendar_view_week calendar_view_day
Giugno 2021
L M M G V S D
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
Foto gallery

Realizzazione siti web www.sitoper.it