11 Luglio 2020
News

Chiese valdesi e metodiste in Italia. Ripartire per testimoniare

31-07-2015 14:35 - Bibbia e attualità
Formazione, sia per saper gestire i conflitti, che per ricoprire incarichi all´interno della chiesa. Ma anche per rinnovare la testimonianza nella società, a partire dall´evangelizzazione, l´ecumenismo e la comunicazione: questi sono alcuni dei temi trattati nelle quattro Conferenze distrettuali delle chiese metodiste e valdesi italiane, tenutesi come ogni anno durante il mese di giugno, con lo scopo di esaminare la vita spirituale e amministrativa delle chiese sul territorio.

Nel I Distretto (Valli valdesi del Piemonte) la riflessione è partita dall´ecumenismo, ravvisando una stanchezza che è bene superare, rilanciando le collaborazioni tra le chiese. Importante la riflessione sulle "nuove povertà", che ha spinto le chiese a interrogarsi su quali nuove azioni intraprendere. Si è pensato così a un progetto di formazione e orientamento al lavoro. Tra gli altri temi quello dei giovani, nell´ambito del quale è stato apprezzato il lavoro dell´équipe di animazione giovanile e del Coordinamento attività scoutistiche distrettuali (CASD); un giudizio positivo è stato espresso anche per il lavoro di Radio Beckwith Evangelica (RBE) e per il nuovo progetto editoriale di Riforma, tra cui il free press "L´Eco delle valli valdesi".

Nel II Distretto (Nord Italia) si sono affrontati i temi dell´evangelizzazione e della gestione dei conflitti, promuovendo l´organizzazione di giornate di formazione sul tema. Ampia riflessione sul "perché e come" evangelizzare, affermando come non siano da considerare alternative la cura interna delle comunità e la cura esterna: il movimento è impermeabile e l´una non è da trascurare nei confronti dell´altra. Infine ravvisata la necessità di formazione per le persone, in particolare per chi ricopre incarichi nella vita della chiesa.

Anche il III Distretto (Centro Italia) ha riflettuto su ecumenismo ed evangelizzazione, incoraggiando a investire nella testimonianza e nel dialogo, alla luce della centralità della Parola. E´ stato istruito un lavoro di analisi del territorio, per approfondire il tema.

Il IV Distretto (Sud Italia) ha affrontato tra gli altri il tema dei migranti, mettendo in luce la preoccupazione per le loro condizioni e la necessità di proseguire e implementare l´impegno delle comunità e delle opere diaconali, rallegrandosi dei molti progetti già esistenti sul territorio, tra i quali il progetto Mediterranean Hope della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI).


Fonte: NEV

UN GIORNO UNA PAROLA

2020

L U G L I O
Versetto del mese:
L’angelo del Signore tornò una seconda volta,
toccò Elia, e disse:
«Alzati e mangia, perché il cammino è troppo lungo per te»
(I Re 19, 7)



Salmo della settimana : 106, 24-48

Sabato 11 luglio

Il Signore darà forza al suo popolo (Salmo 29,11)
Essi, vista la franchezza di Pietro e di Giovanni, si meravigliavano, avendo capito che erano popolani senza istruzione; riconoscevano che erano stati con Gesù (Atti degli apostoli 4,13)

Il signore Gesù, mentre esteriormente appariva uomo umile, inerme, debole, disprezzato, interiormente era ricco di sapienza tanto grande che il mondo intero difficilmente poteva comprenderla. E quando cominciò a diffondere per tutta la terra la sua virtù divina, subito trasformò miracolosamente nella propria natura ogni genere di uomini: la sua linfa spirituale infusa in tutti i cristiani li trasformò in ciò che è egli stesso. Facendosi uomo nascosto nel mondo come il fermento nella massa di farina, ha fatto sì che ognuno che si unisce al lievito del Cristo divenga egli stesso lievito per il bene proprio e di tutti, acquisti la certezza della propria salvezza e sia scuro di conquistare gli altri.
Massimo di Torino

Giona 4, 1-11; I Re 18,25-46




Preghiera


Signore,
nella nostra stanchezza poni su di
noi la tua mano che ridona vigore;
Fa’ soffiare il tuo Spirito che dona
vita nuova.
Non lasciare che la nostra
Esistenza si spezzi in mille
Frammenti e disperda il suo senso
In mille incombenze quotidiane.
Donaci di udire ogni giorno
di nuovo la tua chiamata a
seguire i tuoi passi sul cammino
della nostra esistenza e donaci
di saperci rispondere con fede,
speranza e amore.
Con te, Signore, c’è sempre una
parola nuova da imparare,
nuova speranza in cui
porre fiducia. La nostra vita
sia un grazie a te, un canto di
riconoscenza per la tua grazia, il
tuo perdono la tua salvezza. Nel
nome di Gesù. Amen




Eventi

[<<] [Luglio 2020] [>>]
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

COMMENTO AL VERSETTO

Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo
Galati 5, 22

Diceva Martin Lutero: «Dove Dio ha costruito una chiesa, il diavolo costruisce anche lui una cappella». È vero. Il diavolo si fa sentire. E come. Siamo soliti ascoltare le cose negative intorno a noi, anche se le cose positive sono presenti. Per una ragione o altra quelle negative lasciano un segno profondo. Già per questo la vecchia abitudine di imparare a memoria questa frase dell’apostolo Paolo è un consiglio più che buono. Riporta in primo piano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito, al singolare. Le nove parole insieme formano il frutto dello Spirito. Non se ne possono scegliere alcune, e lasciarne da parte altre. Sono come gli spicchi di un mandarino, insieme formano il mandarino. Insieme questi spicchi formano il frutto dello Spirito.

Il frutto dello Spirito. Un frutto ha bisogno del tempo per crescere. Inoltre non cresce da solo. Grazie a Dio il frutto cresce. Ma questo non toglie la nostra responsabilità. Dal seme al frutto. Su molte cose non possiamo incidere più di tanto, penso al sole o alle tempeste ma possiamo comunque annaffiare, fertilizzare, potare.

Si può parlare del fattore Dio e del fattore umano con il frutto dello Spirito. Il fattore Dio implica che il frutto è in definitiva un dono di Dio, che è lo Spirito che permette al frutto di crescere nella tua vita. Ma il fattore umano è che ti concentri consapevolmente su quel frutto, che rimuovi gli ostacoli, che togli le erbacce, che dai l’acqua quando serve, etc.

Quando il frutto dello Spirito fiorisce nelle nostre vite, questo è in primo luogo un dono di Dio, ma anche i nostri sforzi hanno un loro ruolo. Dio ci vuole partecipi nel suo Regno.


Foto gallery


Chiesa Evangelica Valdese di Lucca
Via Galli Tassi, 50 - Lucca (Lucca)
C.F 92042770468

MONTE dei PASCHI di SIENA
IBAN IT20 U01030 13707 000001369792

info@luccavaldese.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account