21 Ottobre 2017

Membri del Consiglio di Chiesa

risultati: 1-8 / 8
lista
cognome e nome data di nascita ruolo telefono e-mail
STEFANO GIANNATEMPO Pastore 3477222780 sgiannatempo@chiesavaldese.org
CHITI MARCELLO Presidente 3356048351 gipo1949@alice.it
DEL CARLO SAMUELE Vice Presidente - Predicatore locale 3405291064 samuyahu@libero.it
TUCCINI ROSELLA Consigliere 3398315183 r.tuccini@alice.it
PERNA LUISA Segretaria 3455748119 luisetta.perna@gmail.com
SIMI CLAUDIO Anziano 0583342510 3483723241 aquario56@tiscali.it
RAZAFINDRAMORA RADZINDRIAKA (Raozy) Cassiera 0584791208 0584735329@iol.it
TURCIO GAETANO Consigliere 0583583396 gaetano.turcio@gmai.com
altri risultati

Eventi

[<<] [Ottobre 2017] [>>]
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

UN GIORNO UNA PAROLA

SABATO 21 OTTOBRE

O Signore, che aspetto? La mia speranza è in te
(Salmi 39,7)

Gesù disse alla donna ammalata: «Figliola, la tua fede ti ha salvata; va´ in pace» (Luca 8,48)

Conterò anche se devo raccogliere i miei fiori in mezzo alle spine.
Teresa di Lisieux


Matteo 5,17-24; Ezechiele 2,1-3,3

PREGHIERA

Signore, ti preghiamo, perché
possiamo fare buon uso dei tuoi doni.
Come canali secchi ci presentiamo a
te: scorri attraverso di noi.
Preservaci nel coraggio della fede,
perché, nonostante le delusioni, le
inquietudini e le domande lasciate
irrisolte, possiamo affrontare la vita
nella comunione con i fratelli e le
sorelle, davanti a te.
Donaci di partecipare ai tuoi progetti
di pace e di giustizia per questo
mondo, come figlie e figli liberi e
riconciliati. Ogni cosa ti chiediamo
per Cristo, portatore di vita. Amen

Il Vangelo ci parla

Salmo 51, 15

di Daniele Garrone

«Voglio insegnare ai ribelli le tue vie e i peccatori a te ritorneranno.»

In alcune chiese della Slesia e della Boemia vi sono dei pulpiti a forma di balena, con le fauci spalancate verso l’uditorio, di modo che il predicatore parla dalla bocca dell’enorme animale.

E’ senz’altro un richiamo alla storia di Giona, il profeta ribelle che viene inghiottito da un grande pesce e poi vomitato sulla spiaggia. E’ però anche una bella immagine di qual è la parola che può spingere altri a cambiare strada, a convertirsi, come si dice, e di chi la può pronunciare. Non un moralista, che stigmatizza le colpe altrui, non un saccente “grillo parlante”, non un virtuoso che invita a seguire il proprio esempio.

Chi può davvero insegnare qualcosa è chi sa peccatore perdonato, colui o colei che ha scoperto che Dio lo cercava nel suo smarrimento, nella sua rivolta, nel suo rifiuto, nel suo vedere soltanto se stesso. Proprio lui/lei, che evitava le “vie di Dio”, cioè il cammino che Dio vuole che noi percorriamo, ha scoperto che le “vie di Dio” sono anche quelle che egli percorre verso chi è perduto e di Dio non sa o non vuol sapere nulla. Dio si è mosso persino verso di lui o di lei, sì, proprio loro, persino loro.

Questa scoperta sconvolgente, questa esperienza di gratuità, questa dimensione immeritata e irraggiungibile anche con le migliori intenzioni, è la testimonianza a cui siamo chiamati e questa sola può davvero insegnare qualcosa, aprire passaggi insperati, su cui altri si incammineranno.

LIBRI

Martin Lutero e Katharina von Bora: da monaci a marito e moglie

“Benché per diverse ragioni Lutero si sia sposato assai tardi, nessun Riformatore ha tessuto un elogio così convinto del matrimonio, restituendogli, in un tempo che lo considerava inferiore all’ideale cristiano del celibato, la dignità massima di ‘opera di Dio’”.

Così scrive il professor Paolo Ricca nell’introduzione al volume “Da monaco a marito” che contiene la traduzione di due scritti di Martin Lutero sul matrimonio e la vita familiare. Si tratta de “La vita matrimoniale” del 1522 e delle “Questioni matrimoniali” del 1530.

Il titolo del libro dell’editrice Claudiana che li raccoglie è quanto mai significativo perché non riguarda solo la biografia del riformatore – che sposò nel 1525 l’ex monaca Katharina von Bora, quindi anch’essa ‘da monaca a moglie’ -, ma descrive una delle più grandi rivoluzioni operate dal protestantesimo: l’aver fatto della famiglia – invece del convento – il luogo primario della testimonianza evangelica, in cui, nella specialissima relazione con il coniuge e i figli, si impara la riconoscenza a Dio, l’amor per il prossimo e l’agire per il bene comune.

Il volume si apre con una pregevole e fluente introduzione di Paolo Ricca che esamina praticamente tutti gli scritti di Lutero sul matrimonio, definendone la teologia.

Uno spaccato della vita matrimoniale di Martin e Katherina è offerto da un’altra pubblicazione dell’editrice Claudiana “Lettere a Katharina von Bora“, una raccolta di 21 missive inviate da Lutero alla moglie in un arco di tempo molto vasto: dal 1529 – anno dei colloqui di Marburgo in c

ui si consumò la frattura tra i Lutero e Zwingli e di cui il riformatore parla alla moglie – fino al 14 febbraio 1546, quattro giorni prima della morte di Lutero.

Oltre a farci conoscere un Lutero intimo e privato – il Lutero marito e padre è realmente una sorpresa! -, la raccolta curata da Reinhard Dithmar ci presenta il rapporto tra un marito e una moglie molto amata e stimata, anche in campo teologico.

Martin Lutero, “Da monaco a marito. Due scritti sul matrimonio”, Claudiana, pagg. 284, euro 19.50.

Foto gallery

[]

Documenti

icona relativa a documento con estensione pdf
Domenico Maselli e la passione per lunità dei cristiani

Fascicolo completo di "Lucca7" in ricordo del Pastore Domenico Maselli.
"Desiderava creare un Centro ecumenico a Lucca, intitolandolo a Vermigli e Agresti"

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]